Speciale


10 anni di Gothic 3: memorie

10 anni fa i Piranha Bytes rilasciavano Gothic 3. I fan di tutto il mondo erano trepidanti per l’attesa di quel giorno ben evidenziato sui loro calendari. Ma come venne vissuto il lancio dagli esponenti del team che sta lavorando alla modifica più attesa di quest’ultimo “vero” capitolo della saga? Abbiamo chiesto a 5 membri del Community Story Project di condividere i loro ricordi:

Hero3000
Quando Gothic 3 venne rilasciato nel 2006 avevo un vecchio computer con scheda grafica per Shader Model 2.0. Il gioco non girava fluidamente su questa macchina, dunque comprai un nuovo PC nel 2007. Una volta risolti i problemi di fluidità trovai una grandissima quantità di bug, tali da fiaccare la mia motivazione videoludica. Fu allora che iniziai a leggere e scrivere sui forum di World of Gothic, oltre a creare modifiche grafiche. Questo fu l’inizio della mia carriera di modder per Gothic 3. Per molto tempo il mio lavoro fu quello di scovare i bug e segnalarli a supporto del CSP. Sono sempre stato molto soddisfatto ogni qual volta scoprivo che Mdahm e gli altri avevano corretto l’ennesimo errore. In qualche modo non sono mai riuscito ad abbandonare il mondo di Gothic 3…

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

SPECIALE – Dal metallo all’Elex

ELEX Logo
Piranha Bytes logo

Prima di iniziare a lavorare al nostro nuovo progetto ‘Piranha Bytes Italia’, unificando in un nuovo sito e forum tutte le saghe di Piranha Bytes, vi segnaliamo, grazie al team di World of Piranha Bytes, l’articolo scritto da Ravenhearth, dedicato passo dopo passo alla storia del motore grafico utilizzato dagli sviluppatori in questi lunghi anni su tutti i titoli che conosciamo.
Ecco in esclusiva la nostra versione italiana.

Breve storia del motore grafico nei giochi firmati Piranha Bytes

Tutto iniziò nel lontano 1997, quando alcuni colleghi di lavoro si riunirono gettando le fondamenta per il team di sviluppo Piranha Bytes e pianificarono lo sviluppo del miglior gioco al mondo. I risultati dei loro sforzi diedero i loro frutti nel marzo del 2001 sotto il titolo di Gothic, rivoluzionario sotto diversi aspetti: mai prima d’ora era stato sviluppato un gioco di ruolo dal mondo virtuale così impressionante. Ma quale fu la tecnologia responsabile di questo magnifico prodotto e come proseguì la sua storia?

Siamo nel 1997. Alex Brüggemann, Stefan Nyul, Tom Putzki e Michael Hoge lavorano per la Greenwood Entertainment e sognano di sviluppare un proprio gioco. Un giorno, tre studenti dell’Università di Oldenburg – Ulf Wohlers, Dieter Hildebrandt e Bert Speckels – presentano un loro motore grafico. I quattro impiegati, licenziatisi, fondano una nuova compagnia e la chiamano Piranha Bytes. Essi prenderanno in licenza il motore grafico dei tre studenti per realizzare la loro visione di un gioco di ruolo ed assumeranno i tre ragazzi che successivamente verranno colloquialmente soprannominati “scienziati pazzi” dal team. Ad un certo punto il motore grafico prenderà il nome di ZenGine migliorerà sempre più durante lo sviluppo di Gothic, fino alla pubblicazione del gioco che avverrà nel 2001. Da lì in poi, i tre programmatori abbandoneranno Piranha Bytes, lasciando però in eredità il motore grafico che supportava l’impressionante GDR.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

SPECIALE: Perché Gothic è più realistico degli RPG contemporanei!

Un nostro affezionato utente, prossimo membro dello staff di Piranha Bytes Italia (ora possiamo dirvelo), ci ha segnalato e ha tradotto in italiano questo interessante articolo di rockpapershotgun.com. A voi l’interessante lettura, e un caloroso benvenuto alla nuova colonna dello staff 😛

Perché Gothic è più realistico degli RPG contemporanei

Uno dei tanti nebulosi concetti che nascono scrivendo a proposito di un gioco è il “senso del luogo”. Parliamo di mondi, luoghi e scenari che spesso si riducono ad inusuali morfologie o direzioni artistiche – particolari e dettagli grafici delle superfici, piuttosto che fautori di un vero senso di identità.

Gothic, dall’altra parte, non vuole essere, in questo senso, particolarmente ispirato. Il suo ambiente non è il singolare mondo sotterraneo di Arx Fatalis, neppure il variegato e alieno paesaggio di Morrowind. Piranha Bytes, nel 2001 ha capito che un luogo è tale non a per la sua morfologia, per il bioma o l’architettura, ma lo è per la popolazione che lo caratterizza.

La maggior parte degli RPG ha un viavai di PNG. Gothic ha, invece, una “società”.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

CSP – Speciale Pasqua 2016 – Un luogo misterioso

Il calendario di Natale del CST ha una lunga tradizione, ma anche i loro speciali di Pasqua sono diventati nel frattempo leggenda. L’anno scorso ci avevano presentato una Mod Pasquale che poteva anche essere giocata e in occasione della Pasqua 2016 ritornano a parlare di fantastici dettagli del CSP. Guardate voi stessi:

Ma cos’è questo luogo misterioso? Scopritelo quando il CSP sarà pubblicato! Nel frattempo non preoccupatevi, HerrFenrisWolf ha scritto un bel racconto per chi non riesce ad aspettare tanto!

L’ultima difesa

Il Maestro Tondal dovette sedersi. Il suo cuore batteva così forte nel suo petto, come se volesse scappare da lì. Per un breve periodo di tempo tutto divenne nero ai suoi occhi e i rumori circostanti si smorzarono.
Fece tre respiri profondi finché la sua percezione del mondo ritornò normale. Diede un’occhiata alla stanza e vide che c’erano solo altri due maghi insieme a lui. Nonostante la catastrofe in corso, l’anziano e grigio Juno aveva dipinta sul volto la solita espressione stoica di sempre. Solo la sua tunica disordinata indicava che c’era qualcosa di diverso quel giorno.

Accanto all’anziano, che era appoggiato al muro ed era attento ad eventuali segni dei loro nemici, Almer camminava invece avanti e indietro. Il suo sguardo vacillò mentre osservava la stanza. I suoi capelli erano arruffati e aveva dei lividi sul viso. Tondal provò compassione per Almer. La sua consacrazione, che l’aveva promosso dal rango di novizio a quello di mago, era avvenuta solo due anni prima. Tondal e Jura avevano avuto il loro tempo e avevano vissuto la loro vita, ma Almer era uno studente promettente. Aveva il potenziale per diventare un grande Maestro.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

CSP – Speciale d’autunno 2010

Nello Speciale d’autunno 2010, Jünger des Xardas ha deciso di mostrarci che il CST non ha solo realizzato mesh e texture delle armi, ma è anche in grado di includere quest interessanti. Ci spiega, così, come ha progettato una missione secondaria, ambientata in un luogo di secondaria importanza a Montera.

La Casa delle Stelle – il migliore bordello dell’intera Myrtana. Forse ho esagerato, considerando che sarà l’unico che troverete. Tuttavia, siamo stati tutti d’accordo su questa scelta, perché, se un bordello contribuisce sicuramente all’atmosfera, uno per ogni città sarebbe stato eccessivo.

Impidimpi (leader del team e producer) diede il via ai lavori, aprendo una thread su una “casa di piacere” nel nostro forum interno. Furono discusse brevemente alcune possibilità e opzioni – una prostituta che racconta come gli orchi abbiano chiuso i bordelli a Myrtana per spiegare la loro mancanza? Una prostituta di strada? Una vera e propria casa di piacere? Espandere l’harem di Zuben a Ishtar?

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Una giornata negli studi Koch Media Italia con Risen!

L’11 settembre scorso i membri di Risen Italia hanno avuto l’opportunità di visitare gli studi Koch Media a Milano per una presentazione in preview del gioco, con l’occasione di passare qualche ora per provarlo prima dell’uscita. Leonardo “Sakkio” e Lorenz “Lck” si sono recati sul posto. Trovate di seguito il filmato delle loro peripezie sull’isola di Faranga.

Download del filmato completo (.WMV, 89 MB, 21 min.)

[ Leggi il resto dell’articolo! ]