Risen


Dopo 14 anni, Risen è tornato: ho deciso di scoprire il perché

Il 17 novembre scorso, sul nostro gruppo facebook abbiamo condiviso una notizia di THQNordic che annunciava tramite un teaser trailer, il porting del primo Risen.
La descrizione per l’appunto riportava: dopo 14 anni dalla sua uscita per PC e Xbox360, dal 24 gennaio 2023, chi possiede una PlayStation 4, una XboxOne o una Nintendo Switch, potrà giocarlo; per non destare fraintendimento tra i giocatori della versione PC, abbiamo aggiunto che non sarebbe stata una remaster, ma semplicemente il gioco originale aggiornato alla compatibilità per i nuovi sistemi operativi e già tutto pacciato.

Mancano due giorni alla disponibilità di questo porting e oggi grazie a questo articolo di PC Gamer, abbiamo più dettagli anche in merito alla versione PC.

Risen esce la prossima settimana, il 24 gennaio. Si tratta di un GDR imperfetto e ostico, ma molto immersivo e interessante, già uscito ben 14 anni fa.

I nuovi rilasci di vecchi giochi non sono esattamente una cosa strana oggigiorno, ma qualcosa in questo caso ha attirato la mia attenzione. Non è né una remastered né un remake, ma solo un porting per PS4, Xbox One e Switch, che prevede anche un aggiornamento modesto per la versione PC. Nonostante abbia ancora dei giocatori (la versione Steam registra ancora circa 100 giocatori al giorno), non è esattamente una di quelle hit sempreverdi come, per dire, Age of Empires 2. A essere onesti, non sono sicuro che sia stato un successo nemmeno al lancio, avendo ricevuto recensioni altalenanti da parte della critica.

Quindi, perché rilasciarlo di nuovo senza grandi cambiamenti nel 2023?
Chiaramente THQ Nordic spera di farci qualche soldo con le nuove vendite, non sono certo un ingenuo, ma non ha nemmeno l’aria di un progetto in grado di generare un gran ritorno economico. C’è stata una campagna sui social da parte dei fan? Un aumento di interesse generato da un influencer? Si stanno gettando le basi per un sequel? Ero certo che ci dovesse essere una spiegazione per questo rilascio dalle apparenze così innocue.

Non esattamente un enigma di vitale importanza, ma non c’era nulla di male a fare qualche ricerca. Dopo aver buttato giù qualcosa di più diplomatico di un secco “perché lo state facendo?”, ho inviato un’e-mail al portavoce di THQ. La risposta mi ha lasciato piacevolmente sopreso.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Piranha Bytes Italia per il 20esimo Anniversario dei Piranha Bytes!



Il mese scorso ci ha contattato un ragazzo polacco, appassionato dei titoli targati Piranha Bytes dopo aver notato l’inizio della nostra collaborazione con il team di sviluppo di “La Storia di Khorinis”.

Ci è stato proposto di registrare un video messaggio dedicato ad una importante ricorrenza: il 12/10/2017 i Piranha Bytes avrebbero compiuto 20 anni di carriera.

In occasione di questa importante pietra miliare voleva che anche noi italiani collaborassimo assieme ad altre comunità d’oltralpe per inviare uno speciale video d’auguri direttamente nelle mani degli interessati.  



Quale ulteriore coincidenza, forti e consapevoli di avere appena lanciato il nostro nuovo sito, abbiamo pensato di mostrare tutta la nostra passione creando per l’appunto una corposa clip che mostrasse cosa è uscito dalla fucina tricolore in onore dei “creatori della leggenda”…

Ecco il montaggio completo che attraverso Dawid Ignasiak ed il team di “Gothic Forever” è pervenuto ai festeggiati. Agli impazienti consiglio un veloce salto al minuto [10:35] per dare un’occhiata di cosa e quanto siamo e SIETE stati partecipi… Non preoccupatevi, la nostra parte è sottotitolata in inglese!

E di seguito non poteva mancare il nostro spezzone, che senza finta modestia riteniamo sia di ottima fattura 😛 appositamente caricato sul nostro canale, in calce.



Rinnoviamo i ringraziamenti a Dawid Ignasiak e “Gothic Forever” che ci hanno reso partecipi di questo progetto per il lieto evento ed ovviamente ai più grandi festeggiati di questi giorni: i Piranha Bytes!

…E timidamente incrociamo le dita sognando un nuovo capitolo di Gothic!

Sezioni: ,

Risen – Patch non ufficiale v1.3 disponibile!

Questa patch risolve i diversi bug ancora presenti in Risen dopo il rilascio dell’ultima patch ufficiale (leggete il registro delle modifiche o ChangeLog), presente nel “Readme”, per conoscere piú dettagli.

La patch richiede l’aggiornamento del gioco all’ultima patch ufficiale 1.10 (download da WorldOfRisen). Questa patch non è ufficiale e può essere installata su ogni versione di Risen. Tutte le modifiche apportate dalla patch dovrebbero essere compatibili con i salvataggi esistenti, ma molti cambiamenti non hanno effetti retroattivi, pertanto è consigliabile iniziare una nuova partita.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

RQMS-Fix

L’RQMS-Fix è un esempio di modifica dello script del Risen SDK. La stringa “OnQuestChange” viene utilizzata per ripristinare la funzione di richiamo dei comandi “GiveXP” e “ModifySkillValue” per il completamento delle missioni se la riga non supportata “RetroQuestMessageSystem” è attiva nella configurazione. Il vettore ModifySkillsSuccess delle missioni viene comunque applicato al PG se è trasformato.


Download

Nel link successivo (quello di nicode.net) bisogna cliccare sulla voce “Script_RQMS.dll”

Download da nicode.net

Download diretto da MediaFire


Installazione

Copiare il file “Script_RQMS.dll” nella sottocartella:

Disco locale (C:)\Programmi\Deep Silver\Risen\bin\scripts\

Nel precedente percorso è già presente il file “Script_Game.dll”.


Disinstallazione

Cancellare semplicemente il file “Script_RQMS.dll” dal percorso di installazione precedentemente indicato.

Sezioni: 

Risen – Game of the Year edition

KochMedia ha annunciato sul proprio sito che pubblicherà l’edizione di Risen “Game of the Year”.

Il box del gioco conterrà sia Risen che anche Gothic 3, in aggiunta ad un “DVD Bonus” pieno di contenuti speciali (Making of, cartolina autografata ed un nuovo libro di artwork) ed il disco della colonna sonora.

Questa edizione verrà venduta in Germania. Non è al momento noto se e quando verrà pubblicata anche in Italia.