Screenshot


Sezioni: ,

Descrizione di oggetti ed armi

Sempre nel fan site russo dedicato a Risen 2, sono state riportate le descrizioni di armi ed oggetti leggendari disponibili nella rivista GameStar di maggio e che si riferisco solo allo stato attuale di sviluppo del gioco (le descrizioni potrebbero cambiare a discrezione degli sviluppatori).

Nota. Le seguenti informazioni non sono ufficiali anche se corrette (ovvero, la loro pubblicazione non è stata concessa da parte di GameStar o Deep Silver al fan site russo, fonte delle notizie pubblicate), e Risen Italia si limita esclusivamente a riportarle cosí come sono sul sito al solo scopo informativo per gli utenti.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: ,

Ulteriori screenshot da GameStar

Come riferito nella precedente notizia, la versione integrale dell’articolo della rivista GameStar di maggio sarà presto disponibile. Prima di riportare i contenuti di questo articolo, comprese le descrizioni, le statistiche e le altre informazioni, rendiamo disponibili le scansioni dei nuovi screenshot inclusi nell’articolo ed effettuate dai nostri amici russi. Considerate che il gioco è ancora nello stadio pre-alpha.

Nota. Le seguenti informazioni non sono ufficiali anche se corrette (ovvero, la loro pubblicazione non è stata concessa da parte di GameStar o Deep Silver al fan site russo, fonte delle notizie pubblicate), e Risen Italia si limita esclusivamente a riportarle cosí come sono sul sito al solo scopo informativo per gli utenti.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: ,

Nuovo screenshot da GameStar

Sul fan site russo di Risen 2 è stato pubblicato in anteprima uno screenshot contenuto nel prossimo numero di GameStar. Oggi, nelle mani dei fan russi, è pervenuta una versione riassuntiva di un articolo del numero di maggio. La sintesi presenta solo i contenuti piú importanti e le migliorie grafiche del gioco, ma verrà rilasciata successivamente. Ora pubblichiamo solo uno degli screenshot. Il primo della lista è il leviatano: non è proprio cosí carino come ci si aspettava!

Nota. Le seguenti informazioni non sono ufficiali anche se corrette (ovvero, la loro pubblicazione non è stata concessa da parte di GameStar o Deep Silver al fan site russo, fonte delle notizie pubblicate), e Risen Italia si limita esclusivamente a riportarle cosí come sono sul sito al solo scopo informativo per gli utenti.




Riportiamo anche il concept art dell’eroe pubblicato sullo stesso fan site russo.




Sezioni: 

Esclusiva: il nuovo eroe di Risen 2

In esclusiva italiana, siamo orgogliosi di potervi finalmente presentare un aggiornamento interessante per quanto riguarda lo sviluppo di “Risen 2 Dark Waters”, al quale i Piranha Bytes stanno continuando a lavorare e che probabilmente sarà pronto per la pubblicazione alla fine dell’anno corrente o all’inizio del 2012.

Dopo gli articoli di preview dei giorni scorsi, fin’ora abbiamo visionato solo qualche artwork/screenshot, con alcuni dettagli del gioco e di quella che sarà la nuova ambientazione. Di seguito invece, vi sveliamo in anteprima l’aspetto che avrà l’eroe nel prossimo episodio di Risen: decisamente diverso rispetto al suo aspetto precedente, soprattutto per via del nuovo spirito piratesco del titolo.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Scansioni dall’articolo PC Games

Dal sito russo Risen Game vi presentiamo alcune delle immagini e degli artwork di “Risen 2” che sono stati scannerizzati dalla preview comparsa recentemente nel mensile cartaceo tedesco PC Games.

Le immagini mostrano diversi elementi del gioco, tra cui l’ambientazione prevalentemente piratesca ed alcuni dei nuovi mostri che i Piranha hanno ideato.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: ,

Onlinewelten.com: Sorto dalle rovine

La rivista online Onlinewelten.com ha pubblicato una preview su Risen.

L’add-on di Gothic 3, “Forsaken Gods“, sviluppato da Trine Games ha compromesso il buon nome della celebre saga di RPG. Mentre JoWood ha mantenuto i diritti sul nome e quindi sta lavorando ad un nuovo episodio di Gothic, gli sviluppatori originali Piranha Bytes si concentrano su un nuovo progetto.

Il nostro eroe senza nome viene portato sulla riva di una spiaggia desolata dalla marea. Siamo gli unici sopravvissuti? Attorno a noi ci sono i corpi senza vita degli altri naufraghi, ma una ragazza, Sara, è ancora viva. Nella sabbia troviamo inoltre alcune monete d’oro, qualche pozione ed un pezzo di legno che possiamo sfruttare come mazza. Questa arma provvisoria viene messa in uso molto presto, visto che degli aggressivi avvoltoi di mare si aggirano sulla spiaggia e non amano essere disturbati. Le somiglianze con i giochi della serie di Gothic sono da subito evidenti.

Paludi e coltivazioni d'erba. Classica atmosfera da Gothic.

Il gioco inizia in maniera molto tipica e prosegue allo stesso modo. Gli avvoltoi di mare ricordano in qualche modo i saprofaghi di Gothic. Nelle zone più interne dell’isola si trovano ratti, tarme funeree e lupi. Durante i primi minuti l’isola sembra essere disabitata, come lo è anche l’unica abitazione che si trova sul ciglio di un sentiero vicino alla costa e nella quale troviamo alcuni oggetti utili. Ad esempio una padella nella quale preparare la carne degli animali cacciati. In questo modo, la carne ha l’effetto di far recuperare una quantità maggiore di punti vita. L’effetto si potenzia ulteriormente se, successivamente, si sfruttano alcune ricette per preparare piatti più complessi.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Screenshot comparativi – Depth of Field

La rivista tedesca Gamestar ha pubblicato online un articolo di confronto tra immagini con effetto “depth of field” e senza.

Nell’anno 2001, lo studio di sviluppatori Piranha Bytes sorprese il mondo con il loro gioco di ruolo Gothic, caratterizzato da un mondo aperto e bellissimi panorami, almeno se il giocatore disponeva di un buon computer. Anche l’ultimo gioco dei Piranha Bytes, Risen, ripropone un mondo liberamente esplorabile, dall’aspetto organico e credibile. Tuttavia, in confronto al suo fratellone Gothic, è relativamente meno esigente in termini di hardware.

Questo dipende in parte anche dall’effetto di “sfocatura” (depth of field) che è possibile attivare dal menu delle opzioni della versione in nostro possesso. Grazie a questo effetto, gli oggetti sulla distanza risultano delicatamente sfumati. Abbiamo esplorato Risen sia con la vista annebbiata dal DoF, sia senza questo effetto, e vi proponiamo di seguito alcuni screenshot di confronto.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: ,

Preview di Risen su JeuxVideo.com

La rivista online francese JeuxVideo.com ha potuto dare un’occhiata alla versione preview di Risen. Questo seguito non ufficiale di Gothic 3 porta alla mente “La bella e la bestia”: affascinante dall’esterno, ma di una ricchezza interiore poco comune.

Come avevamo anticipato nella precedente preview, gli sviluppatori Piranha Bytes non vogliono più sentir parlare di Gothic. La rottura col publisher JoWooD, che ne ha approfittato per recuperare i diritti sulla serie, è conclusa. Ma già dai primi passi nell’universo di Risen è molto evidente: si tratta di un genuino Gothic! La saga di Gothic riprende, in qualche modo, i temi della seria di Ultima: un universo aperto ed immersivo, sorgente di molte interazioni, un sistema di progressione molto “ruolistico” ed una libertà d’azione e di scelta che influenzano la storia del gioco. Dopo i primi due notevoli episodi della serie, rimarchevoli sia per la loro qualità che per il numero di bug, Gothic 3 ha cercato di attirare un pubblico più largo, attirandosi d’altra parte però le ire dei fan di vecchia data a causa dei combattimenti semplificati ed un aumento ingiustificato della zona di gioco.

Quindi, per descrivere Risen bastano poche parole: si tratta di una evoluzione di Gothic 3, pensata però come un ritorno alle origini del gameplay di Gothic 2!

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Via, verso Faranga!

Informazioni tecniche e valutazione delle prestazioni Primi screenshot da PC Games Hardware

La prima versione review di Risen è arrivata in redazione della rivista PC Games Hardware. Ecco i primi screenshot e le primi considerazioni su grafica e prestazioni. In Risen, il nuovo gioco di ruolo dei Piranha Bytes, si interpreta nuovamente il ruolo di un eroe senza nome – questa volta un naufrago. Sull’isola di Faranga ci si potrà battere dalla parte dell’inquisizione oppure dei ribelli.

Dettagli sul motore grafico

Nel gioco viene sfruttato un engine basato sulle librerie DirectX 9, programmato quasi da zero, che somiglia sorprendentemente al Genome-Engine utilizzato in Gothic 3. Tecniche di rendering come il Depth of Field perfezionato (la sfocatura sulla distanza), Screen-Space-Ambient-Occlusion (ombre realistiche ambientali), Cascade-Shadow-Mapping e Soft Shadows. Inoltre il motore sfrutta il rendering in High Dynamic Range (HDR) che, assieme alle tecniche di Tone-Mapping e dei nuovi shader per la renderizzazione del’acqua, rendono l’aspetto finale del gioco nettamente migliore di quanto visto in Gothic 3. Il rendering in HDR è tra l’altro uno dei motivi per cui Risen non ha supporto ufficiale all’anti-aliasing.

Per il nuovo sistema di streaming del mondo viene sfruttato un thread dedicato che sfrutta, nel caso ideale, un intero core della CPU per effettuare il caricamento dei dati di gioco. Invece dei vistosi scatti di Gothic 3, lo streaming riduce solo il framerate per brevi attimi. In effetti, a giudicare da quanto si vede usanto Task manager, Risen sfrutta interamente dai due ai tre core, occupandone addirittura quattro in alcuni momenti. Parte del merito va anche al Physx-engine di nVidia, che viene nuovamente sfruttata – anche se in variante per CPU piuttosto che su GPU. Più informazioni a proposito del motore di gioco si trovano nell’intervista che seguirà a poco.

Valutazione delle performance

Sul nostro sistema di test su Vista x64, un C2E QX6850 (4 x 3.0 GHz) con 4 GiByte DDR2-1066 ed una Geforce GTX 285/1GiB, la nostra versione preliminare di Risen – quindi ancora non ottimizzata per le prestazioni – non causa troppi problemi. Ad impostazioni massime (filtro anisotropico 16x HQ ed una risoluzione di 1920×1080 pixel) Risen si lasciava giocare ad un framerate pressoché costante dai 25 ai 35 frame al secondo. Una riduzione della risoluzione non comporta quasi nessuna variazione, solamente scendendo ad una frequenza di CPU di 2.0 GHz il framerate subisce un calo drastico. Come anche Gothic 3 prima di lui, Risen sembra essere limitato sul fronte CPU. Supponiamo inoltre che il codice verrà ulteriormente ottimizzato.

Pubblicazione

Risen sarà pubblicato il 2 ottobre 2009. Alla prossima games convention probabilmente verrà presentata una versione giocabile, inoltre il nostro partner Amazon.de indica intanto che l’edizione standard sarà disponibile per 45.95€, mentre la collector’s edition, con un contenuto ancora sconosciuto, ad un prezzo di 54.45€ (non appena sapremo dei prezzi in Italia, li pubblicheremo su queste pagine n.d.Lck). [ Leggi il resto dell’articolo! ]