RPGamer intervista ‘doberlec’



Grazie ad una segnalazione nel forum Deep Silver, vi riportiamo l’ultima intervista fatta dal sito RPGamer a Daniel ‘doberlec’ Oberlerchner, prima che lasciasse Deep Silver.

RPGamer: Risen 2 è progettato per essere un gioco per PC o per console, oppure ci sono due team separati che si dedicano allo sviluppo delle varie versioni?

Daniel Oberlerchner: Risen 2 viene sviluppato per PC e console in parallelo da due team. Il team Piranha Bytes si è concentrato sulla versione per PC, sui contenuti del gioco e sul design, laddove WizarBox sta lavorando sulle versioni per Xbox 360 e Playstation 3. Ci siamo assicurati che i giocatori abbiano i comandi giusti por PC e console – così i giocatori che prediligono il PC avranno la loro fidata barra dei tasti rapidi con il solito “clicca e trascina”, mentre quelli che preferiscono le console avranno un menu radiale a cui assegnare abilità od oggetti, piuttosto simile a quella di Mass Effect.

RPGamer: Nell’era di elaborati sistema di bottino, alberi di talenti, e sistemi di moralità, Risen aveva un focus piuttosto ristretto sul bottino di base e sul progresso nelle abilità (ad es. quasi tutte le armi miglioravano il solo danno senza effetti speciali particolari anche se c’erano oggetti in giro con peculiarità addizionali come bonus alla forza, destrezza…; la maggior parte delle abilità e delle magie aumentano di livello senza nessun perk o differenze uniche tra di loro).
Inoltre, la personalità del personaggio, nonostante l’uso di opzioni di dialogo, era abbastanza coerente con le scelte in pratica neutrali del gioco. Tutto questo è in qualche modo in conflitto con la solita quantità di scelte presenti nei giochi a mondo aperto. Non sto dicendo che sia una brutta cosa, vorrei solo sapere se è stata una decisione di design, il risultato di una mancanza di risorse, e se quello stile sarà ancora presente in Risen 2?

Daniel Oberlerchner: La gamma di abilità in Risen 2 è radicalmente aumentata in ampiezza. Nonostante ci siano ancora abilità chiaramente dirette ad aumentare il vostro danno, abbiamo anche introdotto tante nuove abilità come ad es. i “trucchetti sporchi” che vi offrono una serie di attacchi in pieno stile canaglie pirata. Potrete anche distrarre i nemici con un pappagallo addestrato o controllare una scimmietta per saccheggiare i villaggi di notte. Le scelte in Risen 2 avranno impatto su quali abilità potrete imparare e su chi sarà disposto a collaborare con voi. La personalità dell’eroe, comunque, sarà piuttosto neutrale affinché il giocatore possa giudicare senza pregiudizi. Con Risen 2 vogliamo aprire una finestra su un altro mondo e non volevamo avere in alcun modo una prospettiva troppo ottimistica.

RPGamer: Il sistema dei sigilli magici nel primo Risen era interessante, ma in definitiva un po’ scomodo. Come funzioneranno gli incantesimi in Risen 2?

Daniel Oberlerchner: Risen 2 conterrà un differente tipo di magia, più adatto alla nuova ambientazione piratesca. Non riteniamo verosimili pirati che lanciano palle di fuoco, per cui ci siamo assicurati che la magia in Risen 2 appaia molto più naturale di quella del primo Risen. Non vogliamo rivelarvi troppe informazioni su questo speciale tipo di magia, ma possiamo dirvi che non avrete da gestire un’altra fonte (vale a dire il mana) perché molte abilità nel gioco funzioneranno con un tempo di ricarica.

RPGamer: Era la mia immaginazione o c’erano nemici armati che di tanto in tanto mi uccidevano con solo colpo in Risen 1 a prescindere dalla mia salute o dal loro livello basso?

Daniel Oberlerchner: Quei colpi sono molto rari e possono capitare solo quando incontrate quel che chiamiamo “creature che impediscono l’accesso” con un livello tremendamente più alto di quello del vostro personaggio. Non ci piacciono i muri invisibili per limitare il giocatore e dobbiamo pensare sempre a qualche spiegazione ogni volta che inseriamo aree difficili, “protette” dalle creature (ad es. un ragno ricoperto di peli e disgustoso in cunicolo scuro), per segnalare al giocatore che non è ancora abbastanza potente. Comunque, di solito, queste creature devono colpirti due o tre volte per ucciderti, quindi morire con un colpo solo è davvero un modo sfortunato per farlo. In Risen 2, ci siamo assicurati che non incontrerete tali creature nelle prime due isole, perciò il rischio di morire di una morte prematura è molto basso.
A proposito di morte prematura, ci siamo assicurati che ci siano trappole mortali nella giungla, che uccidono all’istante – non vorremmo mai indurvi in un falso senso di sicurezza 😀

RPGamer: E infine, per favore, chiedi loro di ridurre la durata della incredibilmente noiosa e lunga animazione con cui si scava.

Daniel Oberlerchner: Sì, l’animazione è più breve di quella del primo Risen. L’ho giusto cronometrata e, mentre l’animazione in Risen è durata 35 secondi, in Risen 2 ci vogliono solo 20 per dissotterrare un tesoro. Venti secondi sembrano ancora tanto, ma dobbiamo anche lasciare del tempo affinché l’animazione si verifichi effettivamente. Non vogliamo che il forziere appaia di fronte ai vostri occhi dal nulla.

Traduzione italiana di Colmar.


Commenti

Non è possibile scrivere nuovi commenti in questo articolo.