Nuovo video GameStar con la localizzazione del parlato


Grazie alla segnalazione di un utente di Risen Italia (Niore), siamo venuti a conoscenza di un nuovo video, pubblicato su Youtube, che contiene scene inedite di Risen 2: Dark Waters. Come potete vedere alla fine, questo video è stato realizzato da GameStar.de, in occasione dell’anteprima esclusiva, contenuta nel numero del 2 gennaio della loro rivista.

Di seguito, trovate il video in questione e la trascrizione del parlato. Per il momento, non sono ancora in rete né le nuove informazioni né i nuovi screenshot presenti sulla rivista, ma, come sempre, potrete trovare tutto il materiale sul nostro sito appena sarà disponibile.

(0:05) Beh, è così che può andare a volte. L’eroe, sempre senza nome, di “Risen 2: Dark Waters” si ritrova con una pistola puntata alla tempia. Tuttavia, stavolta ha un’amica a cui evidentemente piace giocare con le bambole. Questa scena è tratta dal primo trailer che è stato pubblicato agli inizi di Aprile 2011. Già allora il più cocciuto degli gnomi avrebbe potuto capire che il voodoo sarebbe diventata la nuova forma di magia di Risen. Dopo 8 mesi finalmente abbiamo delle informazioni ufficiali in merito.

(0:40) La ragazza imbacuccata del trailer è Chani, la figlia del capotribù dei Tonka. La tribù collabora con un capitano pirata che ha dei piani pericolosi, legati a questa creatura di pietra che vedete in foto… ma non è questo il punto. Chani in ogni caso non è d’accordo con i piani di suo padre ed è quindi disposta ad insegnare le arti voodoo al disponibile eroe. Tuttavia questa non è una strada obbligata: l’eroe potrebbe battersi sul lato dell’Inquisizione e quindi risolvere il problema del capotribù senza fare uso delle arti magiche. (1:14) Ma in questo caso l’eroe non vedrà molti spettacoli interessanti. Non quello che state pensando, sporcaccioni! Sto parlando di questa cascata.

(1:19) Prima che Chani si dichiari disposta ad insegnarci il voodoo, dovremo risolvere un paio di quest per lei. In questo caso spesso non ci si batte da soli, ma accompagnati da personaggi secondari che ci seguono attraverso il mondo di gioco. In questo caso, mentre esploriamo questo tempio sotterraneo, è la figlia del capotribù in persona che ci fa da guida. Successivamente Chani può unirsi al giocatore come compagna fissa, aiutandolo grazie alla sua magia curativa. (1:47) A proposito di guarigione: in questo caso l’eroe consegna a Chani una bottiglia di grog, che funge da pozione di guarigione come tutte le altre bevande alcoliche in Risen 2. È logico.

(1:57) Chi si unisce all’Inquisizione invece può affidarsi ad un altro accompagnatore: il prode tiratore scelto Venturo (sulla sinistra). Ma siamo sicuri che ci siano diversi motivi per preferire una prode indigena scarsamente vestita.

(2:07) Ma parliamo finalmente di voodoo. Bisogna distinguere tra due strumenti: scettri e bambole. Gli scettri sono, un po’ come le rune di Risen, degli oggetti che possono essere liberamente riutilizzati dopo aver atteso il tempo di cooldown dopo l’utilizzo. Le bambole d’altro canto si disciolgono dopo l’uso e quindi possono essere applicate un’unica volta. (2:24) Che aspetto ha il tutto in azione? In questo caso l’eroe sta affrontando 3 scavarag… scusate, termiti guerriere, il che non sarebbe una buona idea se non fosse invulnerabile. Qui si sta cercando di utilizzare lo “scettro della paura” per togliersi le bestiacce di dosso: sopra gli animali è indicato il talento dell’eroe nel ramo della “magia nera”, visto che il successo non è automatico e possono essere necessari più tentativi per mettere in fuga le creature. Se non vengono sforacchiate da una pattuglia dell’Inquisizione prima.

(2:58) Nei templi sotterranei, tanto scuri quanto pieni di ricchezze, non si può contare sull’aiuto provvidenziale dei tiratori dell’Inquisizione. Invece bisogna affidarsi soltanto alle proprie abilità. Proprio a tal fine faccio notare che non serve a niente sventolare selvaggiamente lo scettro invece che utilizzarlo e faccio anche notare che i video non li ho registrati io, ma i ragazzi di Koch Media. Quindi l’eroe in questo caso dapprima spaventa i guerrieri non-morti per poi finirli con relativa tranquillità a colpi di sciabola, dimostrando anche l’utilizzo di combo e buon tempismo. Visto però che i due zombie non sembrano particolarmente impressionati dall’abilità dell’eroe, è opportuno utilizzare un secondo trucchetto voodoo, ossia una bambola che avvolge il bersaglio in una nube di sangue. Questa maledizione indebolisce l’avversario e rende meno pericolosi i suoi colpi, permettendoci finalmente di finirlo. Quindi ci si può dedicare alla nostra attività preferita: la ricerca di tesori! Ma non la lancia per terra! Dietro di te… il sarcofago… Finalmente! A volte servirebbe quasi una bambola voodoo per poter comandare i ragazzi di Koch Media che hanno fatto i video.

(4:14) Ebbene, una bambola del genere esiste. Perlomeno nel gioco. Con lo “scettro del potere” l’eroe costringe un avversario ad aggredire un’altra vittima a scelta: non si può comandare direttamente il bersaglio della magia, ma è molto utile per liberarsi di alcuni mostri in santa pace.

(4:39) Una differente magia di comando viene utilizzata soltanto durante una quest principale del gioco. In questo caso l’eroe utilizza una bambola speciale allo scopo di sfruttare il comandante dell’Inquisizione ed “utilizzarlo” per i propri fini. Gli scettri e le bambole voodoo devono essere costruite dall’eroe stesso, a partire dagli ingredienti che raccoglie dalle creature uccise oppure che acquista dai commercianti. Tutte queste scene che vedete nei video sono state registrate sulla “Costa della spada”, uno dei territori della terraferma nei quali ci si ritrova a metà gioco.

(5:11)Gaia offre molti regali. Si trovano dappertutto nella natura.” Tra l’altro, in Risen 2 c’è, di nuovo, molto da scoprire ed esplorare, con tesori nascosti in ogni angolo del mondo. Beh, la cassa che vediamo qui non è proprio nascosta. Ed oltretutto è pure vuota. Maledizione. (5:30) Durante le nostre esplorazioni possiamo chiaramente parlare e dialogare con vari personaggi, ad esempio con questa locandiera.

(5:47) Il problema più grosso per l’eroe — fatta eccezione per questo coso (5:49) — non è la mancanza di alcol bensì la mancanza di una nave. Eccone una, purtroppo è di proprietà dell’Inquisizione. Ci sono molti modi per prenderne possesso, ma non posso entrare nei dettagli perché non abbiamo tempo. Posso confermare che potremo però utilizzarla per muoverci attraverso le acque di Risen 2, a partire dal secondo trimestre del 2012, quando il gioco comparirà sugli scaffali. Eroe: “Non suona per niente male!

Traduzione dal tedesco a cura di Lck.


Commenti

Non è possibile scrivere nuovi commenti in questo articolo.