Piranha Bytes Italia


Notizie sullo sviluppo dell’espansione di Gothic 3

Qui di seguito potete trovare la “seguenza” delle notizie riguardanti lo sviluppo di Gothic 3: Forsaken Gods, a partire dall’inizio del 2008.


L’ultimo gioco Piranha Bytes, Gothic 3, è entrato in gold, e già da JoWood arriva – indirettamente, tramite un asettico comunicato finanziario – la notizia che la software house è già al lavoro su una (o più) espansione per Gothic 3.
«I titoli più importanti dell’anno verranno rilasciati nelle prossime settimane. I pre-ordini di Gothic 3 sono già cominciati, e ci aspettiamo un lancio molto promettente. Stiamo già lavorando agli add-on per Gothic 3 e Spellforce. I primi saranno disponibili nel 2007», ha affermato Albert Seidl, CEO del publisher austriaco JoWooD.
Buone notizie, insomma, che lasciano ben sperare per il futuro. In realtà l’idea di annunciare i pacchi prima ancora che esca il gioco non è affatto male, perchè in un certo senso si rassicura l’utente sulla “tenuta” del titolo nel medio periodo, cosa che non può far altro che invogliare all’acquisto… Bella mossa!

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

PCGames.de intervista Stefan Berger

Dopo il recente annuncio dell’Add-On per Gothic 3, World of Gothic e PCGames.de sono riusciti ad organizzare un’intervista lampo a Stefan Berger di JoWooD.

World of Gothic: La domanda di primaria importanza: chi lavora all’Add-On? Già sono in giro diverse speculazioni molto osate. Potresti fare un po’ di chiarezza in merito?

Stefan Berger: Come dovreste già sapere, JoWooD Productions collabora con Spellbound a Gothic 4 ed con un altro team di sviluppatori all’espansione di Gothic 3. In entrambi i casi JoWooD prende parte personalmente alla produzione ed alla definizione del concept. Da parte nostra, è importante che il giocatore percepisca nuovamente il “gothic feeling”…

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Gamona intervista JoWooD riguardo l’Add-On di Gothic 3

Dopo l’inaspettata notizia dello sviluppo dell’Add-On per Gothic 3, “Forsaken Gods“, Gamona.de ha intervistato i responsabili di JoWooD per approfondire il tema.

Gamona.de: Il vostro annuncio sull’espansione di Gothic 3 è stato del tutto inaspettato. Quale sviluppatore si dedicherà della produzione? Spellbound, Piranha Bytes o addirittura un altro team ancora sconosciuto?

JoWooD: Per ora preferiamo non annunciare questo particolare. Abbiamo esplicitamente evitato di nominare lo sviluppatore dell’Add-On nel comunicato stampa, ma nelle prossime settimane vi faremo sapere di più.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Intervista con Michael Rüve sulla riappacificazione con JoWooD

Dopo la notizia della riappacificazione di Piranha Bytes e JoWood, abbiamo sfruttato l’occasione per fare un’intervista al direttore dei PB, Michael Rüve.

World of Gothic: Cosa significa il comunicato stampa che avete diffuso? Da quanto ho capito, gli avvocati hanno fatto una specie di confronto ed ora è di nuovo pace. Dal comunicato non si intende se farete dei progetti assieme in futuro o meno. Puoi rivelarci qualcosa in proposito?

Michael Rüve: Sì, hai capito bene. I dettagli sono confidenziali e, per la maggior parte della gente, non sarebbero interessanti. In ogni caso, da un rapporto complesso basato su 6 anni di contratti, siamo ora passati ad un rapporto molto più chiaro e semplice.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Intervista col product manager di JoWooD, Stefan Berger

Ora che il ciclone dopo la separazione tra JoWooD e Piranha Bytes sembra essersi quietato, siamo andati a chiedere spiegazioni direttamente alla JoWooD. È naturale che non verranno svelate cose che ancora non sono definite e sicure al cento per cento, ma siamo riusciti comunque a parlare con Stefan Berger – capoccia del Product Management alla JoWooD – e chiedergli di Gothic 3, del futuro della serie e di cosa ne pensa personalmente. L’intervista è stata condotta dal sempre pungente “meditate”. (Fonte originale)

World of Gothic: Ciao Stefan, prima di tutto una domanda per te e su di te. Chi sei, cosa fai alla JoWooD, qual è il tuo gioco preferito e così via…

Stefan: Mi chiamo Stefan Berger e sono il Product Manager JoWooD responsabile della saga di Gothic (dal secondo episodio in poi). Il mio gioco preferito è Sid Meier’s Colonization, è piuttosto vecchiotto, ma rimane il mio classico preferito in assoluto. Per quanto riguarda i giochi di ruolo mi piacciono le ambientazioni oscure, per cui annovero tra i miei giochi preferiti la serie di Gothic e Baldur’s Gate. Gioco molto volentieri anche a Neverwinter Nights (il primo più add-on e il secondo).

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Intervista col level designer dei Piranha Bytes, Sascha Henrichs

World of Piranha Bytes: Ciao Sascha. Potresti presentarti? Esattamente di cosa ti occupi all’interno dei Piranha Bytes?

Sascha: Mi chiamo Sascha Henrichs e dal 1998 lavoro con i Piranha Bytes come level designer 3D e texture artist. Non mi occupo dei personaggi e delle animazioni.

WoPB: Ti ricordi dei tuoi primi passi con l’animazione 3D? Avevi esperienza quando hai cominciato a lavorare a Gothic 1?

Sascha: No. Mi divertivo a giocherellare con le versioni di prova di 3dsmax e Photoshop. Comprai il mio primo PC un anno prima di iniziare a lavorare per i Piranha. Quel computer era un Intel 486 ed era un buon punto di inizio per imparare ad imparare a sopravvivere in quella pazzia che è il mondo dei computer – o meglio il mondo di “Windows”.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Intervista con il Project Manager dei Piranha Bytes, Mike Hoge

WoPB: Prima di tutto, complimenti per aver trovato un nuovo publisher. Qual è la differenza tra Deep Silver (Koch Media) e Jowood? Come si sono svolte le cose? Avete provato con altri publisher e come avete trovato un accordo?

Mike Hoge: Deep Silver è stata la nostra prima scelta e ci siamo messi d’accordo molto velocemente. Ci sono molte ragioni per cui avere Koch Media come partner avrà dei benefici: prima di tutto, abbiamo già esperienza con Koch Media e sappiamo che ha fatto un ottimo lavoro (nella distribuzione di Gothic 3). In secondo luogo Piranha Bytes e Koch Media condividono la stessa filosofia: il nostro interesse primario è quello di produrre un buon gioco e non quello di “guadagnare soldi rapidamente”. Inoltre, Koch Media non è una S.p.A., per cui non ci sono gli shareholder che possono fare pressioni. In quarto luogo, pensiamo di aver fatto un ottimo accordo per entrambe le parti e il contratto nella sua brevità e trasparenza lo riflettono. Infine: se si lavora con certa gente a volte si sviluppa un certo “buon feeling”. Noi abbiamo questo tipo di feeling e potete solo immaginare quanto questo ci renda felici.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]

Intervista di gothicz.net a Björn Pankratz

Björn Pankratz, project director dei Piranha Bytes, ha accettato un’intervista con i membri di gothicz.net. L’intervista è in ceco, grazie all’utente di World of Gothic “dark-cz-klaw” è stata tradotta in inglese (e successivamente in italiano dalla nostra collaboratrice di Gothic Italia “Karajan”). (Fonte in inglese) (Fonte originale in ceco)

Gothicz.net: Ciao Björn. Vorresti presentarti? Com’è il tuo lavoro con i PB e come si svolge la tua giornata lavorativa?

Björn Pankratz: Mi chiamo Björn Pankratz e sono il project director e il game designer dei Piranha Bytes. Alcuni dei miei progetti sono Gothic, Gothic 2, La Notte del Corvo e Gothic 3. Il mio ufficio a Essen è situato all’interno di un piccolo complesso. Tra le altre cose mi occupo della direzione generale di Gothic, della composizione dei dialoghi e delle missioni, di garantire la qualità e del gamedesign. Passo gran parte del tempo alla mia scrivania, proprio come la maggior parte delle altre persone che fanno questo tipo di lavoro.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

I Piranha Bytes parlano del “dopo” Gothic 3

(Fonte originale)

WoG: Iniziamo parlando dell’introduzione di Gothic 3. Perché il filmato non è stato doppiato?

Björn: C’è una sola risposta e si chiama “localizzazione”. In passato i filmati d’introduzione sono sempre stati doppiati in francese, inglese, russo e in altre lingue; e per ognuna di esse la traccia audio e i sottotitoli dovevano essere integrati da capo nel filmato. Se per la traccia audio ciò non rappresenta un gran problema, per quanto riguarda invece la renderizzazione dei sottitoli la procedura è piuttosto esigente in termini di tempo, senza contare che deve essere ripetuta per ogni piccola svista o errore di battitura. Tutto ciò richiede un bel po’ di tempo, anche successivamente alla pubblicazione del gioco. Per evitarlo, il video è stato realizzato così. Del resto anche nell’idea originale le battute parlate erano al massimo due o tre. C’era stata anche l’idea di utilizzare una voce narrante, ma abbiamo preferito lasciar perdere.

Mike: Il tempo richiesto dalla localizzazione sarebbe stato eccessivo. È risaputo che in generale abbiamo avuto troppo poco tempo, per cui abbiamo preferito tagliare dove potevamo: abbiamo fatto “Sim-Ship”, cioè, è stato necessario produrre al tempo stesso la versione tedesca, inglese, francese ed italiana. Questo ha allungato i tempi di sviluppo.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]