Raccolta stampa


“Making of” di Risen!

Sul loro canale Youtube, il publisher Deep Silver ha rilasciato una parte del “making of” contenuto nella Collector’s Edition di Risen.

Michael Hoge, Philip Krause e Bjorn Pankratz dei Piranha Bytes ci raccontano la loro storia ed alcuni interessanti aneddoti dallo sviluppo di Risen, in questa intervista di appena 10 minuti.

L’intervista completa sarà contenuta nella Collector’s Edition del gioco.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Risen è pronto!

Il gioco di ruolo di Piranha Bytes e Deep Silver ha raggiunto la fase Gold!

Deep Silver, marchio videoludico di Koch Media, azienda leader nella produzione e distribuzione di prodotti d’intrattenimento digitale, e lo sviluppatore Piranha Bytes, hanno annunciato che il gioco di ruolo Risen ha raggiunto la fase Gold sia per PC sia per Xbox 360® ed è entrato in produzione. La data d’uscita per il 2 ottobre 2009 è quindi confermata per entrambe le piattaforme.

Come menzionato in un articolo precedente, il numero di copie della Collector’s Edition in versione italiana è fortemente limitata e non ci saranno ristampe. Si consiglia dunque di affrettarsi per il preordine della propria copia.

Come ulteriore nota sulla natura delle varie edizioni: l’edizione Normale sarà distribuita in un box di cartoncino e non nel dvd case standard. Il box, simile a quello di Gothic 2, conterrà il disco del gioco ed il manuale in italiano.

Sezioni: 

La Recensione di Risen su GMC!

Nell’edizione di questo mese di Giochi per il mio Computer (n. 160 – Ottobre), è inclusa la prima recensione italiana di Risen in esclusiva!

La rivista contiene un lungo articolo di ben 6 pagine che tratta approfonditamente il gioco, più due pagine che mostrano la cartina di un’area dell’isola di Faranga e qualche indicazione sulle varie missioni e sulla trama.

La recensione menziona la buona realizzazione tecnica ed in generale la bontà del prodotto, ma valuta negativamente una trama forse troppo lineare nei momenti finali del gioco, un combattimento molto orientato all’action ed in generale una somiglianza ai primi due episodi di Gothic. Considerati tutti questi punti, possiamo confidare con certezza quindi che Risen rappresenti un “ritorno alle origini” per i Piranha Bytes e che probabilmente saranno ben rappresentati tutti quegli elementi che hanno reso Gothic ed il suo seguito tanto cari ai fan della serie.

Giochi per il mio Computer può essere acquistato in ogni edicola, sia in edizione normale che budget.

Sezioni: ,

Comixfactory – Ralf parla della release di Risen… e di gnomi!

Ralf Marczinczik, l’art director dei Piranha Bytes, ha pubblicato sul suo blog un nuovo articolo sul release party di Risen.

Devo ammettere di essere stato scettico inizialmente, quando Mike Hoge venne da me e mi raccontò di una specie di gnomo. La sua descrizione mi riportò immediatamente alla mente gli gnomi di Labyrinth, ma fortunatamente sviluppai molto in fretta un senso per ciò che Mike si immaginava e cercai di creare uno schizzo con degli elementi tipici dei Piranha Bytes.

Ieri, al party della release nel giardino dello studio dei Piranha Bytes, ricevetti una mini scultura dello gnomo. È sempre interessante vedere come le figure a cui io stesso ho lavorato, pian piano prendono vita. E così anche questo piccolo gnomo, grazie a dei grafici 3D molto talentuosi, è diventato un sinonimo di Risen. Il gesto dello scaccolamento è però nato casualmente: su uno screenshot dello stadio iniziale del gioco, la mano dell’esserino pendeva stranamente davanti alla sua faccia, in modo da far sembrare che si stesse scaccolando.
A volte il caso fornisce ispirazioni utili…

Il party come tale fu un’occasione piacevole per scambiare qualche parola con il mio successore nell’ambito del Concept-Design dei Piranha Bytes. Fortunatamente lui non si deve occupare pure dell’organizzazione e la coordinazione dei grafici (io stesso reputo questa parte del mio lavoro come un vero e proprio peso, dato che si ha una posizione di management medio e si continua a pestare i piedi ai colleghi involontariamente).

Risen uscirà tra pochi giorni e se si può credere alle discussioni attuali, è diventato un bel gioco. Io in ogni caso sono curioso di vedere cosa proverò a giocarlo nel suo stadio finale… e se gli gnomi effettivamente si scaccolano…

Nota: nei commenti postati sullo stesso articolo, si scopre che Ralf – menzionando il fatto di essere stato sostituito nel suo ruolo di disegnatore da un nuovo componente del team e quindi che non si occuperà più di artwork nel futuro – aveva già preparato degli artwork per il progetto che seguirà Risen. Non è dato sapere di che progetto si tratti, ma è certo che i Piranha Bytes sono già alacremente al lavoro. 🙂

Traduzione in italiano di MystiQ.

Sezioni: 

Anteprima di Risen da Ars Ludica

Di Simone “Karat45” Tagliaferri

“Si ringraziano i ragazzi di Risen Italia per la disponibilità e il materiale usato per scrivere questa anteprima. Fateci un salto se volete trovare moltissime altre informazioni e interviste inerenti al gioco.” Manca poco all’uscita di Risen nei negozi e gli orfani della serie Gothic (l’uscita del quarto capitolo è stata rimandata all’anno prossimo, ma non c’è ancora nulla di ufficiale) fremono nell’attesa di poterci mettere le mani sopra. Dopo Gothic 3 i Piranha Bytes promisero di non ripetere gli stessi errori e sono riusciti a chiudere il gioco qualche settimana prima della pubblicazione, cercando di limitare bug e problemi di natura tecnica: gli hands-on pubblicati sui siti internazionali hanno sottolineato la stabilità delle versioni preview in loro possesso, vero cruccio di Gothic 3 che per molti è diventato giocabile soltanto dopo la pubblicazione di una grossa patch che si è fatta attendere per mesi. Non per niente Kai Rosenkranz, responsabile della musica e degli effetti sonori, ha fatto un mea culpa sull’argomento dichiarando: “I giocatori hanno tutto il diritto di lamentarsi: una cosa del genere non deve accadere nuovamente per nessun motivo“. Al di là di questo, l’impressione generale offerta da Risen è quella di voler stabilire delle assonanze rispetto ai Gothic, con cui condivide molto. Il primo punto in comune è che il protagonista ha perso la sua identità e si ritrova a vagare per un’immensa e selvaggia isola di cui ignora praticamente tutto. [ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: ,

Gamona.de – Risen, il gioco di ruolo degli autori di Gothic

La seguente è una preview approfondita di Risen pubblicata sul sito tedesco Gamona.de.

Nedzad Hurabasic: 'Risen è come un buon vecchio conoscente, la cui parentela con i Piranha è evidente'.

Riesco ancora a ricordarmi della prima conferenza stampa di Risen alla Games Convention 2008 a Leipzig. I Piranha erano stati criticati pesantemente per il loro Gothic 3, ma promettevano miglioramenti: “I giocatori hanno tutto il diritto di lamentarsi: una cosa del genere non può accadere nuovamente per nessun motivo“, ammise il geniaccio Kai Rosenkranz. Siccome crediamo sempre a ciò che c’è di buono negli uomini, abbiamo creduto a questa promessa. Ma ora, alle parole devono seguire i fatti.

Da allora abbiamo seguito Risen attraverso le sue varie fasi di sviluppo e finalmente abbiamo tra le mani una versione preview del gioco e potremo descrivervi direttamente le nostre impressioni.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

La pubblicità di EA, intervista con Mario Gerhold

Sul sito WorldOfRisen sono comparse da alcuni giorni delle pubblicità attraverso il sistema Google AdWords contenenti particolari riferimenti a Risen e Gothic. Gli inserti, che sono parte di una campagna pubblicitaria sponsorizzata da EA, pubblicizzano il videogioco “Dragon Age” con frasi quali “Sei annoiato da Gothic?” oppure “Credi che Risen sarà un buon gioco?“. Proprio a proposito di questa campagna pubblicitaria, WorldOfRisen ha intervistato Mario Gerhold, dirttore della sezione pubblicitaria di Deep Silver.

Mario Gerhold

WoR: Mario, ti piace Risen?

MG: Lo trovo addirittura stupendo!

WoR: Ti piacciono anche le pubblicità di EA?

MG: EA fa sempre delle campagne pubblicitarie grandi e costose, questa è una cosa che devo accettare senza invidia.

WoR: …anche con le pubblicità Google per o contro Risen?

MG: Sono in questo settore da tanto tempo e mi rallegro per ogni pubblicità creativa. Oltre le classiche pubblicità, sono oggi in moda anche le cosiddette campagne SEM e le Google Adwords. Con quest’ultime un’impresa può rappresentare prodotti o servizi all’interno di una ricerca in google. Quindi se qualcuno cerca “Hotel Monaco” vedrà in alto a destra risultati pubblicitari. È legittimo ed è una tendenza seguita.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Intervista con l’autore inglese Andy Walsh

Il sito World of Risen è riuscito a ottenere un’intervista con Andy Walsh, uno dei autori inglesi a cui è stato affidato il compito di adattare Risen al mercato inglese. Volevamo sapere da lui quali cambiamenti aveva compiuto nel gioco e quali problemi ha incontrato nel suo lavoro.

WoR: Molti giocatori appassionati hanno sentito parlare di te, ma non tutti sono dei giocatori appassionati. Potremmo usare Google ma perché non dici da te ai nostri lettori un po’ di più sul tuo conto? Chi sei, cosa fai e dove potremmo già imbatterci in dei tuoi lavori?

Andy Walsh: Prima di tutto, permettetemi di salutarvi e salutare l’intera community di Risen, è fantastico avere una chance di parlarvi, e vi ringrazio per le domande. È fantastico essere parte di questo mondo.
Chi sono? Wow, inizi con profonde domande filosofiche, eh? In poche parole, sono uno scrittore/direttore e ho lavorato e sorvergliato le riscrizioni in lingua inglese dei testi e delle voci per Risen. Scrivo da circa 16 anni a questa parte, ho scritto per televisioni, radio, teatri, animazioni, film e ho lavorato su circa 40 giochi, sia come scrittore sia come direttore, o anche entrambi. Riguardo ai giochi, ho lavorato su alcuni ben conosciuti come Prince of Persia, Harry Potter e SOCOM come scrittore, mentre ne ho diretti altri come Medieval II: Total War come anche altri progetti meno conosciuti ma divertenti come Dirk Dagger, The Fallen Idol e Sola Rola.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Il rapporto di Tim Andersson su Risen alla GamesCom!

Il collaboratore di WorldOfPlayers, Tim Andersson, si è recato alla GamesCom di Colonia come rappresentante del famoso portale online ed ha avuto l’occasione di partecipare a diverse presentazioni abbastanza esclusive, tra cui una prova personale di Risen, ormai di prossima uscita. Di seguito, il rapporto della sua prova di prima mano…

Da giovedì a domenica ero alla GamesCom 2009 a Colonia per “ordine“ di WorldofPlayers. Nella mia funzione di rappresentante mediale ho potuto provare personalmente Risen. Mentre nel gioco di prova si arrivava al massimo fino alla città portuale, alle presentazioni si potevano vedere personaggi e luoghi mai visti prima. Ed è proprio di questi che vorrei raccontarvi un paio di cose.

La creatura probabilmente più amata di Risen, lo gnomo.

Venerdì alle 14:30 avevo un appuntamento con Martin Wein, il PR Manager di Deep Silver. Sono stato accolto calorosamente dalle due signore all’entrata e dopo un paio di minuti arrivò anche Martin che mi invitò a prendere posto in un piccolo ufficio. Cibo e bevande ce n’erano a sufficienza, cosicché la mia presentazione esclusiva poteva cominciare.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]
Sezioni: 

Anteprima di Risen da RPGWatch!

Di Joost “Myrthos” Mans.

Alla Games Convention di Colonia ho incontrato, per la presentazione di Risen, Mike Hoge e altri sviluppatori dei Piranha Bytes i quali mi hanno mostrato le fasi iniziali del gioco. Il nostro eroe si risveglia sulla battigia di un’isola dopo che la sua imbarcazione è stata distrutta da una tempesta magica. Intorno a lui ci sono i cadaveri dei suoi compagni di viaggio e i relitti della nave. Egli non ha nessun indizio di dove sia, ma qualcosa sta per cambiare.

Come ogni buon avventuriero che si rispetti, frughiamo fra i cadaveri e rubiamo qualunque cosa essi abbiano addosso. Ma c’è una donna sopravvissuta alla tempesta, ed è solo svenuta. Lei è nel tutorial, fungerà da guida per l’eroe all’inizio del gioco e ci dirà, ad esempio, di cercare un’arma sulla spiaggia fra i relitti della nave, che abbiamo bisogno di mangiare, come fare per trovare il cibo e la direzione che molto probabilmente dovremo seguire. Se seguiremo le istruzioni della donna nel tutorial, potremo imparare le nozioni di base del gioco ma, dato che il mondo di gioco è liberamente esplorabile, sarà anche possibile saltare questa fase introduttiva. Saremo liberi di andare ovunque vogliamo ed ogni volta che lo desidereremo. Ci sono solo alcuni passaggi legati alla storia principale che dovremo necessariamente seguire per progredire nel gioco, ma per il resto non ci sono restrizioni.

[ Leggi il resto dell’articolo! ]